Vuoi controllare davvero quello che succede sul tuo sito? C’è Google Tag Manager

Google Tag Manager è uno strumento di Google per gestire tutti i codici di tracciamento di un sito. Uno strumento prezioso che vi libererà dalla dipendenza di uno sviluppatore per inserire di volta in volta i codici di cui avete bisogno.

 

G

oogle Tag Manager, da ora in poi abbreviato in GTM, è uno strumento prezioso che viene trascurato ancora troppo spesso. Avete presente quando inserite il codice di Google Analytics per il tracciare le visite sul vostro sito web? In quel caso dovete incollare un codice nel codice HTML del sito. Poi però scoprite di aver bisogno di tracciare le conversioni di AdWords. Altro codice. Poi il pixel di Facebook. Altro codice. Infine scoprite che volete tracciare la pressione di un tasto, la compilazione di un form o i link che rimandano a un determinato sito. Ogni volta dovrete lavorare con il codice e andare a modificare i sorgenti del vostro sito.

 

Per rimediare a tutto c’è GTM, una pratica console attraverso cui gestire tutti i codici di monitoraggio (TAG) che vorrete, anche degli strumenti che non appartengono a Google. In pratica, usando GTM basterà inserire il suo codice (l’unico) nel codice della pagina. Attraverso questo si potrà poi “iniettare” nel sito tutti i codici di monitoraggio che si desidera, senza toccare più il codice HTML.

 

In più ci sono diversi strumenti per definire quando i diversi TAG devono essere innescati. Per esempio potremmo desiderare che alcuni elementi vengano tracciati soltanto su alcune pagine e su altre no.

 

Infine c’è una modalità di debug del codice, per controllare che tutto funzioni correttamente prima della pubblicazione. Il che è veramente comodo quando si deve tracciare la compilazione di un form o una conversione.

 

 

Google Tag Manager è uno strumento semplice da usare, ma che può offrire davvero molto a chi vuole prendersi la briga di leggere (o guardare su YouTube) qualche tutorial. Può diventare addirittura un ottimo strumento per fare dei test A/B e trovare di volta in volta la soluzione di marketing più adatta al vostro sito o a quello del vostro cliente.

 

Se non l’avete già fatto quindi, vi consiglio caldamente di andare subito su https://www.google.com/intl/it/tagmanager/

 

ASCOLTA IL PODCAST