Le nuove regole di Instagram e 7 consigli per migliorare l’engagement

Instagram ha recentemente modificato la politica di promozione e penalizzazione dei post e degli account. Facciamo chiarezza su quali sono le novità e sui modi con cui possiamo sfruttarli a nostro vantaggio.

 

T

ra tutti i social network affermati, non smetterò mai di ribadire l’importanza di Instagram. È un social network facile da consultare, con contenuti di estremo impatto, un pubblico potenzialmente molto vasto e soprattutto la possibilità di fare facilmente awareness anche a costo zero (tranne quello intrinseco della creazione di contenuti).

Fino ad oggi però in molti ne hanno approfittato, cedendo all’uso di bot automatici per ottenere followers oppure comprando like e commenti. Instragram ha recentemente calato la scure su tutti questi comportamenti poco etici, penalizzando chi ne fa o chi ne farà uso. Fin qui nulla da dire, ma sulla seconda novità qualche muso potrà storcersi. I nuovi algoritmi vogliono infatti che il post ottenga rapidamente riscontro. Più sarà coinvolgente nelle prime fasi successive alla pubblicazione e più verrà mostrato ad altri utenti. Una maniera che facilmente premierà gli account già affermati penalizzando però quelli nuovi e con pochi seguaci che si troveranno costretti (qualche malizioso potrebbe sospettare che sia fatto proprio per questo motivo) a ricorrere alle campagne a pagamento.

In ogni caso di questo si tratta, tutto quello che si può fare è trovare un sistema per sfruttare a proprio vantaggio le novità dell’algoritmo e ora vi darò ben 7 consigli per migliorare il coinvolgimento del vostro account Instragram.

 

1. SMETTETE DI USARE IMMEDIATAMENTE BOT

Ora Instagram sarà in grado di capire quando state usando un bot e vi bannerà con un nuovo sistema chiamato “shadowban”. In cosa consiste? Voi non vi accorgerete di nulla, ma i vostri contenuti verranno mostrati molto meno. Diventerete praticamente quasi invisibili. C’è una soluzione? Forse, ma in questo caso prevenire è meglio che curare, quindi se state usando dei bot automatici, smettete immediatamente di farlo.

 

2. NON PUBBLICATE PIÚ DI UN CONTENUTO AL GIORNO

Il nuovo algoritmo valuta attentamente quale contenuto del vostro account mostrare agli altri utenti. Se gli utenti consultano Instagram una volta al giorno e voi avrete postato due immagini, quelle due immagini entreranno in competizione. Una sola verrà mostrata, quindi una delle due avrà pochissima visibilità. Postandone una, al contrario, avrà il 100% delle possibilità di essere mostrata.

Qual è la soluzione se proprio avete necessità di mostrare più contenuti? Le storie, mai come ora usare una storia vi può dare un vantaggio in termini di visibilità, oltre a lasciarvi mostrare tutti i contenuti che vorrete.

 

3. OTTIMIZZATE GLI ORARI DI PUBBLICAZIONE

È un concetto banale e scontato, ma visto che Instagram ci sta praticamente dicendo che mostrerà un solo contenuto al giorno, quel contenuto deve essere per forza pubblicato nel momento giusto. O meglio, nel momento migliore possibile. Qual è il momento migliore? La vulgata vuole che sia la mattina, l’ora di pranzo o quello prima di cena, ma per essere certi che valga anche per il vostro account potete o rivolgervi allo storico delle vostre performance, oppure usare uno strumento di analytics per Instagram, che però ha un costo nemmeno troppo contenuto (es. https://owlmetrics.com/).

 

4. ATTENZIONE AGLI HASHTAG FACILI

Gli hashtag sono il vero valore aggiunto di Instagram, se usati bene il nostro post può avere un boost di visibilità non trascurabile, ma attenzione a usare quelli “facili”. Saprete sicuramente dell’esistenza di hashtag come #followforfollow o simili. Ecco, il nuovo algoritmo di Instagram valuterà (ovviamente) anche la pertinenza degli hashtag al vostro contenuto quindi non barate. E ricordatevi che non si possono superare i 30 hashtag a post.

 

5. VALUTATE L’INGRESSO IN UN PODS

Un Instagram pods è un gruppo in cui postare i propri contenuti non appena vengono pubblicati su Instagram. In questi gruppi ci si da la regola di mettere like a ogni contenuto che viene pubblicato all’interno del gruppo. In questo modo si reagisce velocemente e si crea quella reazione che dovrebbe portare l’algoritmo di Instagram a premiare il nostro post.

Di gruppi simili ne esistono ovviamente anche su Twitter e altri social, ma in questo caso l’importanza della reazione tempestiva alla pubblicazione può giocare un ruolo determinante.

 

6. AGGIUNGI UN INVITO ALL’AZIONE

La cosiddetta call to action può essere usata con profitto anche sui post Instagram. Aggiungere ad esempio delle domande al post come “che nome daresti a questo cucciolo?” stimola sicuramente l’interazione dell’utente. Il commento, ovviamente, è uno dei fattori principali con cui Instagram valuta il coinvolgimento degli utenti in un contenuto.

 

7. VALUTA DEI PICCOLI CONTEST

I contest, o i piccoli concorsi, possono aumentare moltissimo il coinvolgimento su una pagina. Si possono fare a tutti i livelli, mettendo in palio dei piccoli premi e chiedendo al proprio pubblico di raggiungere un obiettivo per accaparrarseli. Per esempio taggare degli amici o interazioni di questo genere.

Normalmente i contest ottengono un livello di coinvolgimento altissimo, quindi si tratta di uno strumento utilissimo da utilizzare (quando si può ovviamente).

 

ASCOLTA IL PODCAST

 

 

Questo articolo prende spunto liberamente da un post apparso su thenextweb.com.