Facebook lancia i gruppi collegati alle pagine, ma per ora niente pubblicità

Facebook stava facendo sperimentazioni in tal senso già da qualche mese e oggi è finalmente disponibile per tutte le pagine, la possibilità di collegare un gruppo. Uno strumento fondamentale per creare gruppi di discussione attorno a un brand.

 

A

rrivano i gruppi legati alle pagine di Facebook. Ovvero dei gruppi che saranno raggiungibili direttamente da un pagina e che rappresenteranno un’estensione della stessa. Gruppi di discussione per esempio, oppure supporto clienti o piattaforme per suggerire idee a un’azienda.

Il tutto mette ordine negli strumenti di comunicazione dell’azienda su Facebook, relegando la comunicazione ufficiale alla pagina e demandando tutte le discussioni al gruppo collegato. Una bella idea che nasce da realtà come The Washington Post, che ha creato un gruppo chiamato “PostThis”, dove i reporters parlano e discutono direttamente con gli appassionati e i fans del magazine. Lo annuncia Chris Cox, Chief Producer Officer di Facebook, il quale spiega come in questo caso i gruppi replichino quello strumento che una volta erano le lettere al direttore di un quotidiano.

Tutto bello quindi, ma ci sarà chi ovviamente starà già pensando alla possibilità di mirare la pubblicità su Facebook agli utenti dei gruppi appartenenti a una pagina. Per ora no, sarebbe troppo bello per essere vero, ma non è escuso che possa succedere in futuro.

 

Lo annuncia Chris Cox, Chief Producer Officer di Facebook, il quale spiega come in questo caso i gruppi replichino quello strumento che una volta erano le lettere al direttore di un quotidiano.

 

La funzione è disponibile già da oggi per tutti. Per farlo bisognerà ovviamente essere amministratori sia di una pagina che in un gruppo. Per attivare la funzionalità bisogna guardare al menù dei tabs presente nella colonna sinistra della pagina. Se è già presente la voce “gruppi” basterà cliccarci, altrimenti la si potrà attivare andando nelle “impostazioni” e successivamente in “modifica pagina”. Lì si potrà aggiungere il tab “gruppi” e successivamente cliccarci per indicare a Facebook quale gruppo (di cui si è amministratori) voler associare alla pagina. Il gioco è fatto. Ovviamente ci saranno le 3 versioni di gruppi: pubblico, chiuso o segreto. Dove il primo è aperto a tutti, il secondo è visibile ma aperto solo a chi viene aggiunto, mentre il terzo non è visibile a nessuno se non ai membri aggiunti dagli amministratori del gruppo stesso.

 

ASCOLTA IL PODCAST